Sanificazione nei supermercati, tracce di covid su POS e carrelli

“Nell’ambito dei controlli svolti a tutela della salute collettiva nel periodo di emergenza sanitaria, il Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, d’intesa con il Ministero della Salute, ha condotto una campagna di verifiche a livello nazionale presso i supermercati, al fine di accertare la corretta esecuzione delle operazioni di sanificazione degli ambienti e delle attrezzature per limitare il contagio da Covid-19.

Complessivamente sono stati ispezionati 981 esercizi commerciali individuati tra quelli di maggiore afflusso, rilevando irregolarità presso 173 di essi, pari al 18%, deferendo all’Autorità giudiziaria 9 responsabili di supermercati e sanzionandone ulteriori 177 con violazioni amministrative per un ammontare di 202 mila euro.

Sono state contestate 226 irregolarità, delle quali 39 riconducibili a carenze igieniche per mancata esecuzione delle operazioni di pulizia e sanificazione dei locali e delle attrezzature ad uso comune, l’omessa indicazione delle informazioni agli utenti sulle norme di comportamento e sul rispetto del numero massimo di presenze contemporanee all’interno dei locali e della distanza interpersonale durante gli acquisti e alle casse.

Sono stati accertati, inoltre, il malfunzionamento o l’assenza dei dispenser per la disinfezione delle mani ed il mancato rispetto delle distanze interpersonali.”

Al netto della negligenza di alcuni di questi Imprenditori, è un dato di fatto che la normale sanificazione degli ambienti e delle superfici, condotta utilizzando i tradizionali prodotti disinfettanti spruzzati qua e la all’interno di un locale, lascia molte vulnerabilità e possibilità di contagio.

D’altra parte, appena un dipendente o un addetto alle pulizie passa il panno imbevuto di acqua ossigenata o di alcool sullo schermo della bilancia o sul banco frigo, la superficie è igienizzata, ma lo rimane fin tanto che qualcuno non la tocca nuovamente.

La soluzione a questa problematiche è installare dispositivi di sanificazione dell’aria e superfici che lavorano in continuo H24

I prodotti RefineAir permettono infatti, una sanificazione costante anche in presenza di persone

eliminando virus, batteri, muffe, lieviti, cattivi odori e polveri sottili utilizzando una tecnologia sicura, ecologica e non invasiva per l’essere umano

Fonte: https://video.corriere.it/cronaca/controlli-nas-sanificazione-anti-covid-supermercati-18-tamponi-positivi-12-esercizi-chiusi/75db3128-a662-11eb-b37e-07dee681b819

en_US